Campionato Fotografico – I Manche

Via Moebius, 32
“Il viaggio non richiede una spiegazione, ma solo dei passeggeri.”
L’idea di questo nostro lavoro, nasce da una sfida: raccontare fotograficamente una persona che ignora o rinnega la reale contrapposizione fra interno -pensieri, sentimenti, emozioni, paure, desideri- ed esterno – ovvero il linguaggio, i gesti, il comportamento, le azioni.
La classica rappresentazione che ci vuole scissi in due parti, la psiche da un lato, il corpo dall’altro, è forse uno dei primissimi (se non IL primo) dualismo caratteristico dell’essere umano.
Ma cosa succede quando entrambe le parti della stessa medaglia coincidono su uno stesso piano?
Usando un loop narrativo derivato dalla struttura esemplare e dal concetto fisico del nastro di Moebius, ossia una superficie ad anello con una sola faccia ed un solo bordo, che non permette di distinguere i concetti di interno ed esterno del nastro, abbiamo cercato di raccontarvelo.