Modalità di partecipazione e termini invio progetti

 


Il Paesaggio siamo noi photo contest  si svolgerà dal 03 Ottobre al 20 Ottobre 2019.

Per partecipare alla selezione il candidato dovrà inviare, insieme al titolo del progetto:

  • Da un minimo di 5 ad un massimo di 12 immagini in formato .jpg (150dpi max larg. 2000px).
  • Un breve testo esplicativo o critico della lunghezza di max 1000 battute.
  • I file devono essere nominati con la sequenza: Cognome_Nome_TitoloDellaFoto
  • Una biografia dell’autore completa dei dati personali (e-mail, recapiti telefonici, indirizzo).
  • Inviare tutto il materiale a: welandfest19@gmail.com nome e cognome utilizzando il servizio wetransfer o altri simili.

Ciascun autore potrà presentare un solo progetto.

I Progetti pervenuti entro e non oltre la data sopra indicata, saranno selezionate dalla Giuria del Weland photofest. 


Premi e riconoscimenti

In questa edizione, tra tutti i progetti ne verranno selezionate 5 di cui:

  • 1° Classificato: il progetto verrà stampato in formato 30×40 fine art ed esposto nel Castello della città di Specchia che ospita il WeLand photofest per tutta la durata dello stesso.
  • 2°-3°-4°-5° Classificato: i progetti verranno proiettati nel Castello della città Specchia che ospita il WeLand photofest per tutta la durata dello stesso.Le proposte pervenute entro e non oltre la data sopra indicata, saranno selezionate dalla Giuria del contest  del WeLand photofest.

I fotografi vincitori saranno pubblicati sul sito www.photosintesi.it/contest e su tutti i canali social del festival, entro il giorno 25 Ottobre 2019. 


Quota di partecipazione

La partecipazione al contest è aperta a fotografi italiani o stranieri, professionisti e non, previo versamento della quota di € 20.00 a titolo di rimborso spese.

La quota di partecipazione deve essere versata tramite Paypal (utilizzando l’apposito link).

Gli autori potranno concorrere individualmente o in gruppo in forma di collettivo, potranno esprimere in maniera libera e senza vincoli di colore e formati la loro creatività presentando un progetto aderente al tema del bando.


DIRITTI DIUTILIZZO

Le opere inviate non verranno restituite. Con l’invio delle fotografie, l’organizzazione del WeLand Photo Fest ne acquisisce i diritti. Tale diritto verrà comunque esercitato citando l’autore dell’opera.

TRATTAMENTO DEI DATIPERSONALI

I dati verranno trattati ai sensi e per gli effetti dell’art.13 del D.lgs.n. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.I dati personali di ciascun concorrente verranno trattati solo ed esclusivamente ai fini della partecipazione al presente concorso.Ogni eventuale variazione del presente bando sarà pubblicata sul sito www.photosintesi.it


La Giuria del WELAND PHOTOFEST CONTEST


Leonello Bertolucci – fotografo, docente di fotografia e giornalista

Nato in Liguria e approdato a Milano negli anni ottanta, ha intrapreso la strada del reportage fotografico lavorando per alcune testate e agenzie italiane; in seguito hanno avuto inizio collaborazioni internazionali tra cui quella con l’agenzia Sygma di Parigi. Sue foto sono apparse su testate quali Time, Newsweek, Stern, Paris-Match, Epoca, ecc. Attualmente è fotografo contributor per l’agenzia Getty Images.

Vengono pubblicati anche suoi libri d’immagini e allestite sue mostre. È consulente in campo editoriale e multimediale, ed è chiamato a ricoprire il ruolo di photo editor in redazioni di giornali; ha scritto il primo libro in Italia sull’argomento, col titolo “Professione Photo Editor” (Gremese Editore).

E’ docente all’Istituto Italiano di Fotografia (Milano), a Bottega Immagine (Milano), a Foto Scuola Lecce (Lecce) e ha insegnato al Master in Giornalismo dell’Università di Bologna; tiene inoltre corsi, workshop e letture portfolio in giro per l’Italia.

Della sua attività si sono occupate riviste di fotografia come Fotopratica, Il Fotografo, Nuova Fotografia, Photo, Fotographia, Techno Photo, Fotoit, Gente di Fotografia.

Gli piace giocare, e nelle edizioni del Pulcinoelefante le sue fotografie giocano con testi, tra gli altri, di Alda Merini, Tonino Guerra, Enzo Sellerio. Ha inoltre pubblicato un libro di aforismi sulla fotografia dal titolo “55 fotograforismi” (Postcart Edizioni).
E’ iscritto all’Ordine dei Giornalisti e scrive di fotografia sulla rivista Il Fotografo e nel suo blog su Il Fatto Quotidiano.


Benedetta Donato – Curatrice

Formatasi tra Roma e Parigi, ha fondato pianoBI per cui cura progetti espositivi ed editoriali, collaborando stabilmente con gallerie e realtà istituzionali come consulente e per la curatela di mostre fotografiche.

Nel 2010 viene inserita all’interno della lista dei Consulenti Esperti dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione del MiBAC.

Dal 2012 è membro di Progetto Donne e Futuro, per cui rappresenta la sezione “Donne e Arte”.

Già Art Curator in Giart – che ha ideato e realizzato la serie di film Fotografia Italiana, edita da Contrasto e distribuita in tutto il mondo – ha curato per Maurizio Galimberti diverse mostre e pubblicazioni, tra cui Paesaggio Italia, Marsilio Editore, ROMA55 e Portraits, SilvanaEditoriale.

In occasione di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, ha ideato e curato la rassegna #18ESPLORAZIONI, svoltasi presso Église, centro per la cultura visiva.

Tra le pubblicazioni curate, si ricordano: Francesco Faraci Malacarne (Crowdbooks), Angelo Ferrillo 258MINUTES,, (Crowdbooks), Giuseppe Mastromatteo Humanscape, (SilvanaEditoriale), Nicola Tanzini TokyoTsukiji (Contrasto), Alberto Gandolfo Quello che resta (SilvanaEditoriale).

Fa parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Romano Cagnoni.

Lettore portfolio e membro di giuria in manifestazioni e festival di settore è inoltre Contributing Editor per le riviste IL FOTOGRAFO.


Nicolas Lozito – Giornalista e photo editor.

Lavora a Roma per il Messaggero, dove si occupa di grafica e fotografia. Cura alcune rubriche, come ‘Quelli delle foto’, dedicata a interviste con grandi fotografi, e “Colpo d’occhio”, sui libri di fotografia, e lo spazio sul web ‘Miniature’. Insegna, poi, Visual storytelling alla Scuola Holden di Torino. In precedenza è stato photo editor de La Stampa, con cui ha vinto un premio all’European Newspaper awards per i suoi lavori con i foto-racconti. Il suo focus principale è sul fotogiornalismo e la narrazione visuale del reale. Predilige storie locali e può contribuire offrendo feedback soprattutto su editing, sequenza narrativa e proposta a giornali e riviste.


Lorenzo Papadia – Fotografo e docente

classe 1981, si dedica alla fotografia di paesaggio e ritratto, con particolare attenzione a progetti a tema. Ad ISO600 Festival, nel 2012, si aggiudica l’ Impossible Talent Prize. Seguono pubblicazioni su Phinest, Il Mucchio Selvaggio, 42 Webzine, Fools Journal,Collettivo WSP. La rivista internazionale Square Magazine lo pubblica nello special Issue n5.

E’ tra i primi 3 vincitori del contest “25 Polaroids” organizzato da Feature Shoot. Nel 2016 una sua foto è tra le nominate finaliste nel Sony Photography Awards, nella sezione “architettura”e viene esposta presso la Somerset House a Londra.

Espone presso la propria galleria “Classic Camera” a Lecce, presso “Galerie Sakura” a Parigi e nel collettivo “Phinest”. Nel 2018 le sue polaroid vengono pubblicate dal sito statunitense

The Phoblographer e dalla rivista internazionale Dodho magazine. Nel 2019, partecipa a “Les Rencontres de la Photographie” nel Festival di Arles in Francia, con la mostra “La Marée de la Memoire”. Lavora nella formazione fotografica dal 2010.


Barbara Silbe – Giornalista, critica e phototutor

vive e lavora a Milano. Co-fondatrice e direttore responsabile della rivista di cultura fotografica EyesOpen! Magazine (www.eyesopen.it), scrive di arte, fotografia, tecnologia, cultura e turismo anche sulle pagine del quotidiano il Giornale, dove è assunta dal 1989. Ha inoltre collaborato, o collabora tutt’ora, con varie testate, tra cui Style, Il Fotografo, Arbiter, OMagazine, Espansione, Digitalic, Donna Moderna e altre.  Sempre in ambito fotografico si occupa anche di critica, letture, workshop e photo tutoring. Ha partecipato a numerose giurie di premi fotografici locali, nazionali e internazionali e ha ideato, coordinato e diretto l’asta “La Fotografia diventa Nobile”, che ha visto coinvolti 178 autori italiani e stranieri per una raccolta fondi benefica (25mila euro la cifra finale) a favore di Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica onlus. Tiene seminari, workshop, lezioni, talk e letture portfolio a Milano e in altre città italiane e sessioni di photoediting anche a distanza, tramite la piattaforma Skype.

Anche i suoi lavori fotografici seguono gli stessi percorsi e sconfinano spesso in altri. E’ specializzata nel ritratto e nel reportage di viaggio, ma sa dare consigli su qualunque forma di progettualità e genere fotografico.